CCIAA EMILIA - Bando Piccole Imprese per il Territorio
Edizione 2024 fino a € 7.000 a Fondo Perduto

Voucher Digitale Reggio Emilia – Parma – Piacenza

La Camera dell’Emilia promuove e sostiene le iniziative volte al miglioramento dell’offerta e dei servizi da parte delle micro, piccole e medie imprese localizzate nelle province di riferimento appartenenti a determinati settori economici.

Prevede il 40% di rimborso a fondo perduto, fino a un massimo di 7.000 euro di contributi, per spese finalizzate a sostenere le iniziative di miglioramento delle attività in termini di offerta e servizi al pubblico.

Stato: Aperto

CAMERA di COMMERCIO dell’EMILIA
Presentazione delle domande dal 13/06/2024 al 05/09/2024
TIPOLOGIA: Contributo a fondo perduto pari al 40% delle Spese sostenute
IMPORTO EROGATO: fino a un massimo di € 7.000
IMPORTO DEL PROGETTO: minimo € 5.000
CATEGORIE: Digitalizzazione ed e-Commerce, Impresa avviata, Industria 4.0, Transizione Digitale, Ristrutturazione, Ristorazione
SPESE AMMISSIBILI: Acquisto di beni, Attrezzature, Ristrutturazione, Ampliamento, Innovazioni Tecnologiche e Digitali, Azioni di valorizzazione prodotto, Progetti di Comunicazione e Promozione, Sistemi di allarme
SETTORI: Artigianato, Commercio, Servizi alla persona, Ristorazione e Bar
BENEFICIARI: Ditte Individuali, Micro Imprese, Piccole e Medie Imprese
DOTAZIONE FINANZIARIA: dotazione finanziaria totale a disposizione euro € 750.000

Logo della Camera di Commercio dell'Emilia, che promuove il Bando Piccole Imprese per il Territorio - Edizione 2024, con un finanziamento fino a € 10.000 a fondo perduto per micro, piccole e medie imprese nelle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

VUOI PARTECIPARE A QUESTO BANDO ?

La Camera di Commercio dell’ Emilia con Il Bando “Piccole Imprese per il Territorio” – edizione 2024 intende promuovere la competitività delle micro e piccole imprese operanti nei settori della somministrazione, del commercio al dettaglio e dei servizi nei comparti dell’abbigliamento e più in generale finalizzati alla cura della persona e dell’artigianato artistico e tradizionale, al fine di supportare l’accrescimento dell’attrattività turistica e commerciale del territorio attraverso la qualificazione dell’offerta e l’innovazione delle imprese target e del loro livello di servizio.

Sono previsti fino a 7.000 euro di contributi a fondo perduto per sostenere suddette iniziative di sviluppo.

A chi è rivolto il Bando

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal Bando i liberi professionisti, le micro, piccole e imprese, che hanno sede legale e o unità locale nelle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza e appartenenti alla circoscrizione territoriale della Camera di Commercio dell’Emilia.
Le imprese devono risultare attive e in regola con il pagamento del diritto annuale di iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio.

Sono esclusi dal presente Bando quegli interventi per i quali l’impresa è già stata assegnataria di un contributo a valere sul Bando “Piccole imprese per il territorio 2023 – Codice Prog. IT23” della Camera di Commercio di Parma e comunque quegli interventi per i quali verrà richiesto ed ottenuto altro contributo della Camera di Commercio dell’Emilia.

Possono partecipare al Bando le IMPRESE che rientrano in una delle SEGUENTI CATEGORIE:

A) Imprese che esercitano un’attività Commerciale al Dettaglio che ricade nei seguenti codici Ateco

(si fa riferimento al codice ATECO dell’attività primaria o prevalente indicata in visura camerale)

– 47.71 “Commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento in esercizi specializzati” e relative sotto classificazioni
– 47.72 “Commercio al dettaglio di calzature e articoli in pelle in esercizi specializzati” e relative sotto classificazioni
– 47.75 “Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati” e relative sotto classificazioni
– 47.78.3 “Commercio al dettaglio di oggetti d’arte di culto e di decorazione, chincaglieria e bigiotteria” e relative sotto classificazioni

B) Imprese che esercitano un’attività di Somministrazione di Alimenti e/o Bevande che ricade nei seguenti codici Ateco
(si fa riferimento al codice ATECO dell’attività primaria o prevalente indicata in visura camerale ad eccezione delle imprese agrituristiche e delle gelaterie e pasticcerie artigianali per le quali il codice Ateco potrà essere riferito all’attività secondaria)

– 56.10.1 “Ristorazione con somministrazione; ristorazione connessa alle aziende agricole ed ittiche” e relative sotto classificazioni
– 56.10.2 “Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto” e relative sotto classificazioni
– 56.10.3 “Gelaterie e pasticcerie”
– 56.3 “Bar e altri esercizi simili senza cucina”

C) Attività di impresa Artigiana di Servizi alla persona che ricade nei seguenti codici Ateco
(si fa riferimento al codice ATECO dell’attività primaria o prevalente indicata in visura camerale)

– 96.02 “Servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici” e relative sotto classificazioni.

D) Attività che possiedono la qualifica di impresa Artigiana svolgente lavorazioni artistiche e tradizionali

Relativamente alle imprese di cui al punto D) “imprese artigiane con qualifica artistica o tradizionale”, le spese di cui ai punti a), b) e g) dovranno essere riferibili all’istituzione e/o alla riqualificazione di un punto vendita e/o di uno spazio aziendale (es: laboratorio, show room)

Entità del contributo del Bando

Il Bando prevede agevolazioni a fondo perduto accordate sotto forma di voucher pari al 40% delle spese ammissibili, fino all’importo
massimo di 7.000 euro per singola impresa.

Per accedere alla misura, l’investimento deve prevedere una spesa minima di euro 5.000 (tutte le spese da considerarsi netto dell’IVA).

La dotazione finanziaria totale messa a disposizione dalla Camera di Commercio dell’Emilia ammonta ad euro 750.000.

Categorie di Spese ammissibili al Bando

Con il presente Bando si intendono finanziare, tramite contributi a fondo perduto, la realizzazione di interventi finalizzati all’innalzamento del livello di accoglienza, visibilità e attrattività dell’impresa attraverso:

Miglioramento qualitativo delle strutture e dei servizi, anche con introduzione di innovazioni di processo e di prodotto
Riqualificazione estetica e funzionale del locale/punto vendita/laboratorio
Qualificazione digitale dell’impresa
Valorizzazione delle lavorazioni artistiche e tradizionali.

Elenco di spese ammesse dal Bando

Ogni impresa partecipante può presentare progetti che abbiano ad oggetto le seguenti spese:

a) Ammodernamento, ampliamento, ristrutturazione dei locali/punti vendita/laboratori, comprese le insegne

b) Acquisto di nuove attrezzature e/o nuovi arredi funzionali alla riqualificazione dell’attività d’impresa

c) Creazione e allestimento di spazi dedicati a valorizzare i prodotti, i servizi e le lavorazioni artistico-tradizionali, anche attraverso la realizzazione e la proiezione di filmati e altre produzioni multimediali

d) Interventi atti a valorizzare e promuovere le tradizioni produttive artigianali e locali in genere

e) Innovazione tecnologica per ampliare il mercato di riferimento, anche attraverso l’e-commerce, l’introduzione di strumenti web marketing, la creazione e/o l’implementazione di siti internet, lo sviluppo di servizi di front end e di customer experience

f) Realizzazione di progetti di comunicazione e promozione, sviluppo dell’immagine e della comunicazione aziendale anche attraverso la creazione o l’adesione a marchi, la partecipazione a fiere/mercati o allestimento di mostre
(le spese potranno essere riferite al solo costo per l’acquisto degli spazi e allestimento degli stand; sono escluse le spese di viaggio, vitto, alloggio, hostess)

g) Installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza) per la sicurezza dei locali.

Termini di presentazione e di rendicontazione della Domanda

Le domande potranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica con firma digitale attraverso lo sportello Online “Contributi alle imprese” all’interno del sistema http://webtelemaco.infocamere.it/ di Infocamere a partire dalle ore 10:00 del 25 giugno 2024 alle ore 16:00 del 10 settembre 2024, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

Le domande verranno valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione. Tutte le domande che verranno presentate prima e dopo tali termini saranno automaticamente escluse.

Sono considerate ammissibili tutte le spese sostenute a partire dal giorno 1 maggio 2024 sino al giorno 30 aprile 2025.

Tale termine deve intendersi come termine ultimo di chiusura del progetto.

Il termine ultimo per effettuare l’inoltro telematico della rendicontazione è il 30 giugno 2025, pena la decadenza del voucher.

SE VUOI PARTECIPARE A QUESTO BANDO O HAI PERSO L’OCCASIONE POICHE’
GIA’ CHIUSO

LASCIA I TUOI RECAPITI AL FORM QUI DI SEGUITO SARAI RICONTATTATO DA UNO DEI NOSTRI CONSULENTI PER ADERIRE IN TEMPO

O PER RICEVERE LA COMUNICAZIONE NON APPENA CI SARA’ UN NUOVO BANDO DISPONIBILE per la

CAMERA DI COMMERCIO dell’EMILIA

Sono moltissime le domande che abbiamo portato a termine e decine le realtà aziendali che si sono affidate a noi e che sono riuscite ad accedere ai Fondi messi a disposizione dalle Regioni e dalle Camere di Commercio.

Affidati a noi, CONTATTACI TRAMITE IL FORM CHE TROVI QUI DI SEGUITO

LASCIA UN TUO RECAPITO PER RICEVERE MAGGIORI INFO

    Oppure se vuoi rimanere aggiornato su tutti i Bandi ISCRIVITI QUI