REGIONE PUGLIA - Bando Trasformazioni – Innovazione, Avanzamento Tecnologico e Interventi per la Trasformazione Digitale delle PMI Edizione 2024 - fino a € 180.000 a Fondo Perduto

Voucher Digitale Puglia 2024

La Regione Puglia promuove le iniziative volte alla diffusione della pratica digitale e volte all’innovazione e all’avanzamento tecnologico intraprese dalle micro, piccole e medie imprese localizzate nella regione di riferimento appartenenti a determinati settori economici.

Prevede il 45% di rimborso a fondo perduto, fino a un massimo di 180.000 euro di contributi, per spese finalizzate a sostenere le iniziative di digitalizzazione, innovazione, avanzamento tecnologico e dei processi volti a favorire la transizione ecologica delle Imprese.

Stato: Aperto

REGIONE PUGLIA
Presentazione delle domande dal 10/07/2024 al 31/12/2026
TIPOLOGIA: Contributo a fondo perduto pari al 45% delle Spese sostenute
IMPORTO EROGATO: fino a un massimo di € 180.000
IMPORTO DEL PROGETTO: minimo € 10.000
CATEGORIE: Digitalizzazione ed e-Commerce, Impresa avviata, Industria 4.0, Transizione Digitale, Transizione Ecologica
SPESE AMMISSIBILI: Acquisto di beni, attrezzature, macchinari, servizi di consulenza, formazione, ricerca e sviluppo finalizzati a iniziative di digitalizzazione, transizione ecologica e di transizione energetica.
SETTORI: Agroindustria, Artigianato, Commercio, Cultura, Industria, Servizi, Turismo
BENEFICIARI: Ditte Individuali, Micro Imprese, Piccole e Medie Imprese, Consorzi e Società consortili
DOTAZIONE FINANZIARIA: dotazione finanziaria totale a disposizione euro € 23.500.000

Logo della Regione Puglia associato al Bando Trasformazioni 2024 per l'innovazione, avanzamento tecnologico e trasformazione digitale delle PMI. Il bando offre contributi a fondo perduto fino a €180.000 per micro, piccole e medie imprese in Puglia.

VUOI PARTECIPARE A QUESTO BANDO ?

La Regione Puglia con il Bando Trasformazioni – “Servizi per l’innovazione e l’avanzamento tecnologico e interventi per la trasformazione digitale a supporto delle PMI” – edizione 2024 intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento volti all’innovazione delle PMI in termini di transizione ecologica e trasformazione digitale, attraverso aiuti mirati finalizzati all’utilizzo ed alla diffusione di servizi digitali innovativi con riferimento alle applicazioni volte ad innovare la sfera produttiva, organizzativa e di mercato in attuazione del PR Puglia FESR FSE+ 2021-2027


La strategia del PR Puglia 2021-2027, punta a favorire la crescita complessiva del territorio secondo un modello sostenibile dal punto di vista economico, sociale ed ambientale in grado di sostenere:

– l’ampliamento e il rafforzamento della base produttiva

– l’innovazione tecnologica, ambientale e sociale

– una maggiore attrattività ed apertura internazionale

– la riduzione dell’impatto antropico sull’ambiente


Il presente Bando vuole sostenere la competitività delle attuali e delle nuove specializzazioni produttive consolidando il
processo di sviluppo tecnologico del sistema produttivo regionale, attraverso interventi finalizzati a supportare l’innovazione di prodotto e di processo, gli investimenti in ricerca e sviluppo, la collaborazione sinergica tra medie imprese, piccole imprese e start up innovative, con lo scopo di creare un ecosistema in grado di affrontare le nuove sfide della transizione digitale ed energetica, nonché favorire processi di sviluppo delle competenze e di apertura internazionale


Sono previsti fino a 185.000 euro di contributi a fondo perduto per singola impresa (riconosciuti in forma di finanziamento anticipato o di rimborso a chiusura di progetto) per sostenere le iniziative di digitalizzazione, di innovazione e di avanzamento tecnologico delle imprese realizzate in ottica di transizione ecologica.

A chi è rivolto il Bando

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal Bando le micro, piccole e medie imprese, i consorzi e le società consortili che hanno sede legale e/o unità operativa locale nella Regione Puglia.

Le imprese devono risultare attive e in regola con il pagamento del diritto annuale di iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di riferimento.

Le Imprese devono:
– possedere la capacità economico-finanziaria in relazione al progetto da realizzare
– essere in possesso del bilancio dell’ultimo esercizio approvato e depositato presso la CCIAA

per le ditte individuali e liberi professionisti, questi devono essere in possesso di Modello Unico, con redditi di impresa dichiarati
Ogni impresa partecipante (sia se partecipi in forma singola che associata) può presentare una sola domanda.

Nella domanda si possono selezionare massimo 4 tipologie di servizi, da scegliere in una delle due linee (Linea A e Linea B) o in entrambe con un massimo 2 servizi per Linea.

Ciascuna Imprese candidata deve esercitare un’attività economica, rientrante fra quelle identificate dai codici ATECO 2007 di cui all’ Allegato 2.

Entità del contributo del Bando

Il Bando prevede agevolazioni a fondo perduto accordate sotto forma di finanziamento iniziale o di rimborso a chiusura del progetto pari al 45% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di 180.000 euro per singola impresa.

Per accedere alla misura, l’investimento deve prevedere una spesa minima di euro 10.000 (tutte le spese da considerarsi netto dell’IVA).

L’agevolazione del 45% della spesa può crescere del valore del 5% massimo, per i progetti che dimostrino coerenza con il “Digital Europe Programme”
(criterio di premialità) con particolare riferimento ai seguenti due ambiti:

– Interconnessione con i poli europei dell’innovazione digitale (EDIH)
– Utilizzo dell’intelligenza artificiale


– Il costo massimo del progetto presentato dall’Impresa in forma singola è di 360.000 euro.
– Il costo massimo del progetto presentato da un raggruppamento di Imprese è di 540.000 euro.

La dotazione finanziaria totale messa a disposizione dalla Regione Puglia ammonta ad euro 23.500.000

Categorie di Spese ammissibili al Bando

La spese inerenti ai progetti devono rientrare nelle categorie ricomprese in una delle seguenti Linee A e B:


Linea A
– finanzia progetti che prevedono servizi di Consulenza per
:

– Innovazione tecnologica, strategica, organizzativa correlata alla transizione ecologica.
– Avanzamento tecnologico delle imprese attraverso soluzioni tecnologiche relative a software, macchinari, modelli organizzativi, in relazione alla transizione ecologica.
Efficientamento energetico delle Micro Piccole e Medie Imprese, con particolare riferimento alle imprese la cui attività comporta notevoli consumi energetici.

 
Linea B – finanzia progetti che prevedono servizi di Consulenza e Acquisto di Tecnologie (hardware e software) per:

– Innovazione di processo supportata dalle tecnologie digitali
– Sviluppo di piattaforme e soluzioni digitali nei processi produttivi, organizzativi delle PMI anche attraverso la fruizione della connettività a banda ultra-larga da parte delle imprese
– Sfruttare le potenzialità di cloud, big-data, intelligenza artificiale, Internet of things
– Rafforzare la sicurezza digitale, anche a supporto della business continuity
– Implementazione di nuove modalità di interazione con i clienti ed i fornitori (augmented e virtual reality e altri approcci digitali)
– Sviluppo dell’innovazione e l’accelerazione di nuove iniziative produttive basate sull’utilizzo delle tecnologie digitali e degli strumenti telematici
– Ampliare il numero delle piccole e medie imprese regionali che fanno ricorso a servizi digitali innovativi e applicazioni hardware e software finalizzati ad innovare la sfera produttiva, organizzativa e di mercato dell’impresa

Elenco di tecnologie ammesse dal Bando

La Regione Puglia intende sostenere lo sviluppo e il rafforzamento tecnologico delle MPMI pugliesi attraverso l’acquisizione dei seguenti Servizi per l’innovazione, l’avanzamento tecnologico e la trasformazione digitale delle imprese:


Linea A
– Servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle PMI

1) I Servizi di Consulenza in materia di Laser-Based Advanced and Additive Manufacturing (LBAAM):

A1.1 – Servizi di consulenza per la modellazione per Manifattura Additiva
A1.2 – Servizi di consulenza per produzione mediante Manifattura Additiva
A1.3 -Servizi di consulenza per produzione di prototipi mediante RapidTooling, stampi prototipali e repliche


2)
I servizi di Consulenza in materia di innovazione sostenibile:

A2.1 – Servizi di consulenza per l’innovazione guidata dal design
A2.2 – Servizi di consulenza per l’innovazione di prodotto/servizi
A2.3 – Servizi tecnologici di sperimentazione per l’economia circolare


3)
I Servizi di Consulenza legati all’energia e alla sua gestione:

A3.1 – Servizi di consulenza per l’adozione di un sistema di gestione dell’energia ISO 50001
A3.2 – Servizi di supporto alla realizzazione di audit e diagnosi energetica


Linea B
– Servizi finalizzati a Interventi di Trasformazione Digitale delle imprese
:

B1 – Servizi a supporto dei processi produttivi basati su tecnologie e dispositivi comunicanti autonomamente fra di loro
B2 – Servizi a supporto dell’innovazione digitale dei processi di gestione aziendale
B3 – Servizi a supporto dell’innovazione digitale dei processi di fornitura e distribuzione
B4 – Servizi per lo sviluppo e adozione di soluzioni e-commerce
B5 – Servizi di supporto digitale al cambiamento organizzativo
B6 – Supporto all’implementazione di sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni

Le specifiche inerenti alle singole tipologie di servizi specialistici e la determinazione degli importi e degli investimenti sia come importo minimo che come importo massimo per candidature singole e per raggruppamenti, sono riportate nell’Allegato 1 al presente Avviso.

Finalità delle iniziative di progetto proposte

In coerenza con la “Strategia regionale per la specializzazione intelligente” le iniziative proposte devono essere riconducibili a quattro driver “trasversali” di seguito elencati:

a. la sostenibilità ambientale e l’economia circolare
b. le tecnologie dell’informazione per l’industria e la società
c. le scienze della vita e le tecnologie per la salute
d. la crescita blu e l’economia del mare

che determinano sfide e opportunità per tutte le seguenti filiere:

1. Meccanica avanzata, elettronica e automazione – aree di Innovazione:
– Nuovi materiali – Connettività avanzata – Intelligenza artificiale – Realtà Virtuale ed interfacce uomo-macchina avanzate
– Automazione e robotica – Sensoristica

2. Automotive – aree di Innovazione:
– Elettrificazione dei sistemi di propulsione – Sistemi di propulsione ibridi e combustibili alternativi – Connettività avanzata
– Intelligenza artificiale – Realtà Virtuale ed interfacce uomo-macchina avanzate

3. Aerospazio – aree di Innovazione:
– Tecnologie e applicazioni dei sistemi a guida autonoma e a pilotaggio remoto – Tecnologie di fabbricazione aeronautica
– Microsatelliti e servizi spaziali

4. Agroalimentare – aree di Innovazione:
– Transizione ecologica – Qualità, tracciabilità e sicurezza alimentare – Nutraceutica – Agricoltura intelligente
– Tutela delle produzioni locali

5. Sistema casa – aree di Innovazione:
– Efficienza energetica negli edifici – Eco-progettazione applicata ai mobili e agli elementi di arredo – Casa intelligente e sicura

6. Sistema moda – aree di Innovazione:
– Nuovi tessuti e applicazioni – Sostenibilità ambientale e circolarità dei prodotti

7. Industria della salute e servizi sanitari – aree di Innovazione:
– Salute digitale – Medicina predittiva, personalizzata e di precisione – Diagnostica avanzata – Sistemi medicali – Tecnologie per la riabilitazione, l’invecchiamento attivo e ambient assisted living – Telemedicina – Dispositivi medici e farmaci innovativi

8. Sistemi energetici e ambientali – aree di Innovazione:
– Monitoraggio ambientale – Recupero ambientale – Recupero, riciclo e valorizzazione rifiuti – Gestione intelligente dei sistemi energetici – Tecnologie per l’energia e l’efficienza energetica

9. Industrie culturali, creative e del turismo – aree di Innovazione:
– Fruizione eventi culturali – Gestione intelligente dei beni culturali – Turismo intelligente e sostenibile – Sviluppo di nuovi contenuti e servizi innovativi connessi

10. Servizi avanzati – aree di Innovazione:
– Logistica di ultimo miglio green – Logistica intelligente – Sicurezza informatica e privacy – Cloud Computing – Big data e data fusion
– Intelligenza artificiale – Informatica sanitaria – Open science

Termini di presentazione e di rendicontazione della Domanda

Le domande potranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica con firma digitale attraverso lo sportello Online http://www.sistema.puglia.it alla sezione “Trasformazioni” a partire dalle ore 14:00 del 10 luglio 2024 sino alle ore 14:00 del 31 dicembre 2026 salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

Tutte le domande che verranno presentate prima e dopo tali termini saranno automaticamente escluse.

Le domande verranno esaminate secondo l’ordine cronologico di presentazione, istruite e valutate sulla base dei seguenti aspetti.

a) Ammissibilità formale: inoltro della domanda nei termini e nelle forme previste dall’Avviso, completezza e regolarità della domanda e degli allegati.
b) Ammissibilità sostanziale: Sussistenza di tutti i requisiti di ammissibilità sostanziale
c) Valutazione sostanziale: Conseguimento di una soglia di qualità progettuale (griglie di punteggio di valutazione)

La durata del processo di valutazione delle domande non si protrarrà oltre i 45 giorni dalla presentazione della proposta stessa.
Sono considerate ammissibili tutte le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda sino al 12° mese successivo
alla data di notifica di concessione.

Tale termine deve intendersi come termine ultimo di chiusura del progetto entro il quale effettuare la rendicontazione finale.

Modalità di erogazione del contributo:

a) Unica soluzione a chiusura progetto: a seguito di presentazione di apposita documentazione di rendicontazione finale
b) Due soluzioni anticipo e saldo a chiusura progetto: prima quota 40% (del contributo ammesso in concessione) anticipata a fronte di fideiussione bancaria, seconda quota a chiusura progetto a seguito di rendicontazione finale.

PRESENTA LA DOMANDA CON NOI !

SE VUOI PARTECIPARE A QUESTO BANDO O HAI PERSO L’OCCASIONE POICHE’
GIA’ CHIUSO

LASCIA I TUOI RECAPITI AL FORM QUI DI SEGUITO SARAI RICONTATTATO DA UNO DEI NOSTRI CONSULENTI PER ADERIRE IN TEMPO

O PER RICEVERE LA COMUNICAZIONE NON APPENA CI SARA’ UN NUOVO BANDO da parte della

REGIONE PUGLIA

Sono moltissime le domande che abbiamo portato a termine e decine le realtà aziendali che si sono affidate a noi e che sono riuscite ad accedere ai Fondi messi a disposizione dalle Regioni e dalle Camere di Commercio.

Affidati a noi, CONTATTACI TRAMITE IL FORM CHE TROVI QUI DI SEGUITO

LASCIA UN TUO RECAPITO PER RICEVERE MAGGIORI INFO

    Oppure se vuoi rimanere aggiornato su tutti i Bandi ISCRIVITI QUI