UNIONCAMERE e REGIONE PIEMONTE - Bando Voucher Digitalizzazione PMI 2024 - fino a € 25.000 a Fondo Perduto

Voucher Digitale PMI Unioncamere e Regione Piemonte 2024

Il Sistema di Unioncamere insieme alla Regione Piemonte promuove le iniziative volte alla diffusione della cultura e della pratica digitale per le micro, piccole e medie imprese che risiedono nella regione piemontese appartenenti a tutti i settori economici.

Prevede fino al 60% di rimborso a fondo perduto, o a un massimo di 25.000 euro di contributi, per sostenere spese finalizzate a favorire le iniziative di digitalizzazione delle imprese.

Stato: In Apertura

UNIONCAMERE e REGIONE PIEMONTE
Presentazione delle domande dal 01/10/2024 al 04/10/2024
TIPOLOGIA: Contributo a fondo perduto fino al 60% delle Spese sostenute
IMPORTO EROGATO: fino a un massimo di € 25.000
CATEGORIE: Digitalizzazione ed e-Commerce, Impresa avviata, Industria 4.0, Transizione Digitale, Transizione Ecologica
SPESE AMMISSIBILI: Acquisto di beni, attrezzature, macchinari, servizi di consulenza, formazione, ricerca e sviluppo finalizzati a iniziative di digitalizzazione.
SETTORI: Agroindustria, Artigianato, Commercio, Cultura, Industria, Servizi, Turismo
BENEFICIARI: Ditte Individuali, Micro Imprese, Piccole e Medie Imprese
DOTAZIONE FINANZIARIA: dotazione finanziaria totale a disposizione € 12.000.000

Logo ufficiale di Unioncamere Piemonte per il Bando Voucher Digitalizzazione PMI 2024. Il logo rappresenta Unioncamere e Regione Piemonte, promotori dell'iniziativa di finanziamento a fondo perduto fino a 25.000 euro per la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese piemontesi.

VUOI PARTECIPARE A QUESTO BANDO ?

Il Bando Voucher Digitalizzazione PMI – anno 2024 promosso dalla Regione Piemonte congiuntamente al sistema di Unioncamere Piemonte prevede contributi a fondo perduto per servizi di consulenza, formazione e acquisto di beni e servizi strumentali finalizzati all’introduzione di tecnologie in ambito Impresa 4.0.

Sono previsti fino a 25.000 euro di contributi in Voucher Digitali Impresa 4.0 per sostenere le iniziative di digitalizzazione.

Il presente bando ha la finalità di finanziare la transizione digitale delle imprese piemontesi tramite il sostegno per l’adozione di pratiche e tecnologie digitali avanzate, tenuto conto delle peculiarità e caratteristiche settoriali e dimensionali del tessuto produttivo regionale,


Gli obiettivi che si pone sono volti a:

– Stimolare la domanda delle imprese piemontesi di prodotti e servizi che hanno come base l’applicazione di soluzioni tecnologiche orientate a favorire la transizione digitale

– Realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business che derivano dall’applicazione di tecnologie 4.0

– Sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati allo sviluppo di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented.

A chi è rivolto il Bando

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal Bando le ditte individuali, micro, piccole e medie e imprese che hanno sede legale e/o unità locale, dove verranno realizzati gli interventi, nella regione Piemonte e che risultino attive e produttive.

Le imprese devono risultare in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese delle Camera di Commercio, con il pagamento del diritto annuale negli ultimi 3 anni e con la dichiarazione dell’attività svolta.

Non possono partecipare al bando le imprese la produzione primaria di prodotti della pesca e dell’acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli. (rif. a Codici ATECO 01,02,03)

Non possono partecipare al bando le imprese che hanno ricevuto un contributo nell’edizione 2023 del medesimo Bando Voucher Digitalizzazione PMI.

Entità del contributo del Bando

Il Bando prevede agevolazioni a fondo perduto accordate sotto forma di voucher di rimborso in questa misura:

– Ditte individuali e Micro Imprese pari al 60% delle spese ammissibili fino a un massimo di 25.000 euro
– Piccole Imprese pari al 50% delle spese ammissibili fino a un massimo di 25.000 euro
– Medie Imprese pari al 40% delle spese fino a un massimo di 25.000 euro

Percentuale di finanziamento aumentata del 10%: nel caso di domande che prevedono istanze di progetto presentate da più imprese con il supporto
di soggetti aggregatori.

Percentuale di finanziamento aumentata dell’ 1%, se presenti una sola premialità tra:
(aumentata del 2% nel caso di due o tre premialità)

– Possesso di rating di legalità
– Status di Startup Innovativa o PMI innovativa
– Status di Impresa Benefit


Per accedere alla misura, l’investimento deve prevedere una spesa minima
: (spese da considerarsi netto dell’IVA)

6.666,66 euro per le Ditte individuali e Micro Imprese
9.090,91 euro per le Piccole Imprese
12.500 euro per le Medie Imprese


La dotazione finanziaria totale messa a disposizione da Unioncamere e Regione Piemonte ammonta ad euro 12.000.000

Categorie di Spese ammissibili al Bando


a) Acquisto di Beni e Servizi strumentali
, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali principalmente e primariamente all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’Elenco 1 ed eventualmente all’Elenco 2 come di seguito riportati.

b) Servizi di Consulenza relativa a una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando e funzionali principalmente e primariamente all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’Elenco 1 ed eventualmente all’Elenco 2 come di seguito riportati.

c) Servizi di Formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando e funzionali principalmente e primariamente all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’Elenco 1 ed eventualmente all’Elenco 2 come di seguito riportati.

La somma delle spese di cui alle lett. b) e c) non può superare il 30% del totale delle spese ammissibili del progetto di investimento.

Elenco di tecnologie ammesse dal Bando

Gli ambiti tecnologici ricompresi nel bando devono riguardare almeno una tecnologia previste nell’ Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie previste dall’ Elenco 2.


Elenco 1 – TECNOLOGIE PRINCIPALI (inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi):

a) robotica avanzata e collaborativa
b) interfaccia uomo-macchina
c) manifattura additiva e stampa 3D
d) internet delle cose e delle macchine
e) prototipazione rapida
f) cloud e cyber security
g) big data e analytics
h) intelligenza artificiale
i) blockchain
j) realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D
k) simulazione e sistemi cyberfisici
l) integrazione verticale e orizzontale
m) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain
n) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode
o) soluzioni tecnologiche digitali necessarie per l’ottimizzazione dei servizi resi 

Nota: nel caso di progetti incentrati sulle tecnologie di cui alle lettere l) o o), andrà dettagliato ulteriormente in cosa i nuovi servizi siano innovativi rispetto a quelli precedentemente erogati.

 

Elenco 2 – TECNOLOGIE ACCESSORIE (propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1):

a) sistemi di e-commerce
b) programmi di digital marketing
c) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
d) sistemi fintech
e) sistemi EDI, electronic data interchange
f) geolocalizzazione
g) tecnologie per l’in-store customer experience
h) system integration applicata all’automazione dei processi
i) tecnologie della Next Production Revolution (NPR)
j) connettività banda ultralarga
K) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica
l) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita

Nota: nel caso di progetti incentrati sulle tecnologie di cui alla lettera a) andrà dettagliato ulteriormente quali sono le funzioni aziendali che vengono integrate nel nuovo sistema di e-commerce.

Le spese per le tecnologie di cui all’ Elenco 2 non possono superare il 45% del totale delle spese ammissibili al progetto.

Termini di presentazione e di rendicontazione della Domanda

Le domande potranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica con firma digitale nel portale Restart di Infocamere https://restart.infocamere.it/ a partire dalle ore 11:00 del 01 ottobre 2024 alle ore 16:00 del 04 Ottobre 2024 salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

Le domande verranno valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione. Tutte le domande che verrano presentate prima e dopo tali termini saranno automaticamente escluse.

Sono considerate ammissibili solo le spese sostenute successivamente ai termini di presentazione della domanda.

Tutte le spese, ai fini della valida rendicontazione, dovranno essere sostenute entro e non oltre il 180° giorno dalla data di determina di concessione del contributo.

PRESENTA LA DOMANDA CON NOI !

SE VUOI PARTECIPARE A QUESTO BANDO O HAI PERSO L’OCCASIONE POICHE’
GIA’ CHIUSO

 

LASCIA I TUOI RECAPITI AL FORM QUI DI SEGUITO SARAI RICONTATTATO DA UNO DEI NOSTRI CONSULENTI PER ADERIRE IN TEMPO

 

O PER RICEVERE LA COMUNICAZIONE NON APPENA CI SARA’ UN NUOVO BANDO DISPONIBILE da parte di

UNIONCAMERE o REGIONE PIEMONTE

Sono moltissime le domande che abbiamo portato a termine e decine le realtà aziendali che si sono affidate a noi e che sono riuscite ad accedere ai Fondi messi a disposizione dalle Regioni e dalle Camere di Commercio.

Affidati a noi, CONTATTACI TRAMITE IL FORM CHE TROVI QUI DI SEGUITO

LASCIA UN TUO RECAPITO PER RICEVERE MAGGIORI INFO

    Oppure se vuoi rimanere aggiornato su tutti i Bandi ISCRIVITI QUI